Vuoi scoprire come ammodernare l’infrastruttura informatica della tua azienda spendendo la metà? Continua a leggere.

Pronto per te un Voucher Digitalizzazione da 10.000 euro a favore di interventi di ristrutturazione informatica, di digitalizzazione dei processi, di formazione e di acquisto di hardware, software e servizi di connettività e banda larga.

 
 

“Questa è un’opportunità che può permetterti, di rendere la tua azienda all'avanguardia alla metà del prezzo, nonchè di proporti sui mercati mondiali con poco sforzo, grazie alle nostre soluzioni gestionali che ti consentiranno di vendere on-line senza conoscere la programmazione”

  

Nel 2017, infatti, è imminente la pubblicazione dal bando ministeriale che stabilisce un intervento di 100 Milioni di euro a favore della digitalizzazione dei processi aziendali e come previsto nel decreto detto Destinazione Italia (DL 145-2013).

In questa fase si stanno definendo le modalità per la presentazione delle domande ed i termini di apertura del bando, ma tu come puoi fare ad ottenere questo enorme vantaggio prima che i Voucher (evidentemente a numero limitato) si esauriscano o, peggio ancora, vadano alla tua concorrenza?

Inoltre, per ottenere il Voucher, sono necessarie una fase di progettazione tecnica finalizzata ad ideare il miglior percorso di innovazione per la tua azienda, una fase di compilazione e presentazione domanda ed infine la fase di realizzazione e rendicontazione del progetto. Questo processo può risultare complesso per le aziende ed un errore commesso in una di queste fasi può comportare la revoca del finanziamento.

Finalità

Come già indicato, le finalità del bando sono favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle micro, piccole e medie imprese. L’intervento è finalizzato a sostenere tramite Voucher del valore massimo di 10.000 euro, l’acquisto di software, hardware o servizi che consentano:

-        migliorare l'efficienza aziendale; (sito web con gestione dei dati online, piattaforma con moduli interattivi)

-        modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro; (struttura Cloud Server)

-        sviluppare soluzioni di e-commerce; (gestionale che consente la vendita online)

-        fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare; (reti wifi Punto-Punto o punto Multipunto)

-        realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT. (corsi di formazione al personale sull’utilizzo delle infrastrutture da creare o esistenti)

 

Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà resa disponibile in questa sezione, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018 ma già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda. Per l'accesso è richiesto il possesso della Carta nazionale dei servizi e di una casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese.

Dotazione finanziaria per l’Abruzzo: 2.488.320,19 €.

Ciascuna impresa proponente può presentare un’unica domanda di accesso alle agevolazioni per un importo del Voucher pari al 50 per cento del totale delle spese ammissibili e, in ogni caso, non superiore a euro 10.000,00 (diecimila/00).

Ai fini del completamento della compilazione della domanda di accesso alle agevolazioni, all’impresa proponente è richiesto il possesso di:

  • casella di posta elettronica certificata (PEC) attiva e la sua registrazione nel Registro delle imprese, come previsto dalle norme vigenti in materia.
  • Carta nazionale dei servizi.

L’iter di presentazione della domanda di accesso alle agevolazioni è articolato nelle seguenti fasi:

  1. a) compilazione della domanda, a partire dalle ore 10.00 del 15 gennaio 2018:

1)      accesso alla procedura informatica secondo quanto previsto al comma 3;

2)      immissione delle informazioni richieste per la compilazione della domanda, secondo quanto previsto nell’allegato n. 2, e caricamento dei relativi allegati;

3)      generazione del modulo di domanda sotto forma di “pdf” immodificabile, contenente le informazioni e i dati forniti dall’impresa proponente, e apposizione della firma digitale;

4)      caricamento della domanda firmata digitalmente e conseguente rilascio del “codice di predisposizione domanda” necessario per l’invio della stessa;

  1. b) invio della domanda di accesso alle agevolazioni, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018:

1)      accesso alla procedura informatica secondo quanto previsto al comma 3;

2)      immissione del “codice di predisposizione domanda” di cui alla lettera a), numero 4), costituente formale invio della domanda, da effettuare entro il termine finale di cui alla lettera b);

3)      rilascio da parte della piattaforma informatica dell’attestazione di avvenuta presentazione della domanda, recante il giorno, l’ora, il minuto e il secondo di acquisizione della medesima.

Ai fini dell’ammissibilità alle agevolazioni le spese connesse all’intervento di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico dell’impresa devono:

  1. a) essere avviate successivamente alla prenotazione del Voucher effettuata con il provvedimento di cui all’articolo 4, comma 1. Per data di avvio si intende la data del primo titolo di spesa ammissibile;
  2. b) essere ultimate non oltre sei mesi dalla data di pubblicazione nel sito web del Ministero (mise.gov.it) del provvedimento di cui all’articolo 4, comma 1. Per data di ultimazione si intende la data dell’ultimo titolo di spesa ammissibile, ancorché pagato successivamente e comunque entro i termini previsti dall’articolo 6, comma 1;
  3. c) essere relative a beni nuovi di fabbrica acquistati da terzi che non hanno relazioni con l’acquirente e alle normali condizioni di mercato;
  4. d) nel caso di spese per servizi di consulenza specialistica o di formazione qualificata, essere relative a prestazioni svolte nel periodo di svolgimento del progetto;
  5. e) nel caso siano riferite agli ambiti di attività di cui all’articolo 2, comma 2, lettere d) ed e), del decreto 23 settembre 2014, essere strettamente correlate ai servizi e alle soluzioni informatiche riferiti agli ambiti di intervento di cui al predetto comma 2, lettere a), b) e c);
  6. f) nel caso siano riferite agli ambiti di attività di cui all’articolo 2, comma 2, lettera f), del decreto 23 settembre 2014, essere strettamente correlate ai servizi e alle soluzioni informatiche riferiti agli ambiti di intervento di cui al predetto comma 2, lettere a), b), c), d) ed e).

Documenti necessari

Le imprese per poter presentare la domanda devono avere obbligatoriamente una PEC valida e funzionante e la firma digitale del rappresentante o del delegato (se non ce l'hai possiamo aiutarti...).

Contattaci x info al 329805955 oppure a info@digisconsult.com